Voucher Corsi di Laurea PROFESSIONALIZZANTI 2020

Disponibili incentivi (voucher) a copertura dei costi di iscrizione per i corsi di laurea professionalizzanti:

  • Tecniche della costruzione e Gestione del Territorio (sede Ancona)
  • Sistemi industriali e dell’Informazione (sede Pesaro)

L’intervento è frutto di uno stanziamento della Regione Marche e consiste nella concessione di voucher formativi, come contributo sui costi di iscrizione di ogni annualità del corso di laurea triennale, erogato in soluzione unica al termine di ogni singola annualità. La concessione dei voucher rappresenta un incentivo volto a facilitare la frequenza dei questa innovativa tipologia di Università non in modalità telematica, riconosciute dalla normativa nell’ambito dell’accreditamento dei corsi di laurea in oggetto.

Il voucher è quantificato in massimo € 1.600 per l’iscrizione al primo anno del corso di laurea, stesso importo massimo per l’iscrizione al secondo anno di laurea, per il terzo anno di iscrizione l’importo del voucher ammonta a massimo € 1.000. Il voucher è destinato a coprire l’80% del costo di iscrizione al corso di laurea, l’intero costo di iscrizione è determinato dalle Università che erogano il corso. Il costo di iscrizione è quello che risulta determinato dalle Università anche in considerazione degli scaglioni praticati dalle stesse basati sulla determinazione dell’ISEE. L’importo previsto per ogni richiedente è di massimo € 4.200 complessivi per ciascun studente.

La domanda per la richiesta del voucher potrà essere presentata, secondo le modalità indicate sul sito della Regione Marche, prima dell’inizio dell’attività del corso di laurea stesso, e quindi entro il 1° novembre di ciascun anno accademico. L’erogazione del voucher potrà avvenire, solamente alla conclusione di ogni singola annualità, previa verifica del regolare andamento degli studi (esami previsti sostenuti e superati e ammissione all’anno successivo).

La procedura sarà attivata a seguito dell’emanazione di apposito avviso pubblico.

Per ulteriori informazioni consulta il COMUNICATO STAMPA REGIONE MARCHE del 23/07/2020